Tutti gli appuntamenti

« Gennaio 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

LINK

frati

Notizie, informazioni e curiosità sul portale dei frati minori cappuccini dell'Emilia-Romagna.

Fotografia Europea 2015 Herculaneum di Marcello Grassi

a cura di Massimo Mussini

Il museo dei cappuccini in occasione dell’evento Fotografia Europea 2015 è lieto di ospitare la mostra fotografica

 HERCULANEUM

di Marcello Grassi

a cura di Massimo Mussini

INAUGURAZIONE  Venerdì 15 maggio alle ore 19,00

La mostra che fa parte del circuito ufficiale sarà aperta dal 15 maggio al 28 giugno

Orari d’apertura nelle giornate inaugurali:

venerdì 15  h. 19 - 24

sabato 16 e domenica 17  h. 10 – 24

dal 23 maggio al 28 giugno

sabato, domenica e festivi  h. 10 – 12;  16 – 19

 

Partendo da ciò che la terra ha nascosto ai nostri occhi per secoli, Herculaneum intende invitare lo spettatore a riflettere su quanto egli sia “umile”(termine che deriva dal latino “humus, cioè terra) e precariodavanti alla storia, alle rovine che ci chiedono di essere ascoltate e non solo osservate.

Marcello Grassi ci conduce attraverso i luoghi di Ercolano con la preoccupazione di aiutarci a comprendere. Ama la monocromia del bianco e nero e il forte contrasto di toni, ama il particolare e il taglio selettivo, che non esauriscono il racconto dell’immagine, ma lo lasciano aperto alla domanda di cosa ci sia oltre il suo margine e di come il dettaglio raffigurato s’inserisca nel contesto di cui era parte.

I contrasti di tono corrispondono al crudo passaggio dalla luce all’ombra, che abbacina gli occhi sotto il sole mediterraneo. Sono, insomma, una caratteristica del luogo messa in rilievo per aiutarci a “entrare” emotivamente in un ambiente singolare, che è “vivo” perché è ancora fruibile, ma è “morto”, perché non ha più abitanti che lo animino, se non i temporanei visitatori. Ed è per questa ragione, che Grassi evita di comprendere nelle sue immagini la presenza umana e ogni traccia di vita, capace di alterare l’equilibrio della forma.

Come nel linguaggio scritto è lo “stile” a rendere riconoscibile il narratore, così le fotografie obbediscono a regole formali proprie dell’autore, che per Grassi corrispondono a una composizione severa e poco dinamica, che vincola lo sguardo e lo concentra su limitati particolari.

 L’effetto comunicativo generale è quello del silenzio, psicologicamente assimilato all’assenza di movimento, ma è un silenzio che racconta storie uscite dalla terra, come lentamente germogliate da un seme improvvisamente inghiottito.

 

www.fotografiaeuropea.it 

sandalo-piccoloBeni Culturali Frati Cappuccini
Museo  tel. 0522. 580720 -   Biblioteca  tel. 0522. 453733 - Cinema Cristallo 0522. 431697        Privacy & Cookies